Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

La legge dice:

I radiatori elettrici rientrano tra i mobili per arredamento (alla voce: grandi elettrodomestici) per beneficiare della detrazione fino ad un importo massimo di 10.000 euro.

 A seguire le indicazioni della Agenzia delle Entrate:

 

>> Detrazione per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici Il decreto legge n. 63/2013 ha introdotto una detrazione dall’Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. La legge di stabilità 201 6 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015 ) ha prorogato questa detrazione fino al 31 dicembre 2016 .

 

Per quali acquisti:
La detrazione spetta per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di: mobili nuovi (tra questi, letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione).
E’ escluso l’acquist o di porte, pavimentazioni (per esempio, il parquet), tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.
Per gli elettrodomestici che ne sono sprovvisti , l’acquisto è agevolato solo se per essi non è ancora previsto l’obbligo di etichetta energetica.
Rientrano nei grandi elettrodomestici, per esempio: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

SE DESIDERATE FARE LA DETRAZIONE VI FORNIREMO LA FATTURA ANTICIPATA MA OGNI RESPONSABILITA' FISCALE SARA' TOTALMENTE A VOSTRO CARICO.

-Clicca qui e vai allo SHOP ONLINE-